Previsioni per i prossimi 10 anni

Sull’onda di cose che bene o male ho previsto in passato, in questa intervista di Riccardo, ho deciso di provare a prevedere cosa succederà in futuro.
Lo so, rischiosissimo. Si sbaglia sempre.

Ma, vista la velocità con la quale le cose cambiano, il presente è il nuovo futuro.
E il futuro il nuovo presente.

Per cui trovo utile imparare a focalizzare lo sguardo un po’ più in là.

Marooned

Sono in un bar a Sofia, molto digital nomad, che poi alla fine è caffè buono, le prese giuste e la consapevolezza che non devi bere un caffè all’ora per sentirti accolto.
E una stampante che non guasta e certifica l’amore verso lo smart worker (che poi tanto smart spesso non è).
Stavo facendo una cosa al computer, una di quelle rotture di coglioni che o fai subito la mattina o si trascinano per mesi, si depositano in un angolo remoto del cervello e ti punzecchiano leggermente ogni tanto.

E quando sono tante diventano un martellino che sbatte regolarmente sull’ippocampo e alla fine ti senti disturbato e depresso e non sai bene cos’è.
E ti tirano giù, verso la terra, verso l’asfalto sporco di neve sporca, e fanno spuntare domande del tipo “che cazzo sto facendo con la mia vita?“.
No perché se mi devo alzare la mattina e fare queste cose, che mi alzo a fare?
La risposta giusta, purtroppo, spesso è “ti alzi per niente, sei abbastanza inutile nel grande schema della cose“.

Leggi tutto “Marooned”