Verso una lapide migliore

Ho sempre tenuto divisi il mio essere “trip” e il mio lavoro.

Il motivo non é un purismo di viaggiatore. Avevo semplicemente paura che se si fosse scoperto che dietro ai miei siti c’era un backpacker, molti non avrebbero prenotato preferendo un sito più serio con dei lavoratori veri alle spalle, non un tripluca qualunque.

Come in tutte le situazioni che ci portano a non essere liberi di esprimerci per quello che siamo, ma ad avere due facce, non ero completamente soddisfatto.
Certo, si trattava di un dualismo completamente virtuale e non totale: a chi mi conosce come tripluca non ho mai nascosto nulla, anzi, la storia é lì per essere letta dall’inizio, sin dalla sua genesi.
Ed ai proprietari non ho mai nascosto di spendere i soldi delle loro commissioni in capirinhas a Natal, si-fu-frai-rai a Bangkok e tabacco per la pipa di Porchetti ovunque ci fosse la situazione giusta per una ripresa. Leggi tutto “Verso una lapide migliore”

L’impero del trip

tripempire

Sono appena tornato da una due giorni Malpensa, Milano, Peschiera del Garda molto intensa.
Ho accompagnato Lek all’aeroporto. Passerà circa tre mesi a Bangkok, durante i quali studierà ulteriormente la cucina da Palazzo Reale per poi tornare qui e continuare nell’opera di ingrassamento dei malcapitati che sostano nel suo raggio d’azione.

A Milano poi ho visto alcuni dei ragazzi che partecipano al Business Online, oltre al caro vecchio Massimo Homer che ha deciso di chiudere la ditta di mobili e fare il cervello in fuga verso Fortaleza.
C’erano poi Diego (Milano), Ugo (Natal) e Andrea (Grecia, undefined)
Abbiamo passato la serata tra birre e laptop, parlando di mercati, SEO, usability e varie, in mezzo a una folla da club Arci. Leggi tutto “L’impero del trip”