L’impero del trip

tripempire

Sono appena tornato da una due giorni Malpensa, Milano, Peschiera del Garda molto intensa.
Ho accompagnato Lek all’aeroporto. Passerà circa tre mesi a Bangkok, durante i quali studierà ulteriormente la cucina da Palazzo Reale per poi tornare qui e continuare nell’opera di ingrassamento dei malcapitati che sostano nel suo raggio d’azione.

A Milano poi ho visto alcuni dei ragazzi che partecipano al Business Online, oltre al caro vecchio Massimo Homer che ha deciso di chiudere la ditta di mobili e fare il cervello in fuga verso Fortaleza.
C’erano poi Diego (Milano), Ugo (Natal) e Andrea (Grecia, undefined)
Abbiamo passato la serata tra birre e laptop, parlando di mercati, SEO, usability e varie, in mezzo a una folla da club Arci.

Dopo la notte da Andrea, la mattina sono rimasto in centro a Milano dove, nei paraggi della Stazione Centrale, ho concesso udienza a Giorgio (Lago di Como, abandoned), Pico (5 terre, abandoned) e Stefano, un ragazzo che non sa se considerarmi quello del sito che gli manda clienti a Budapest o Porchetti (dato che mi conobbe come Porchetti e poi mi trovò in casa sua come business man).

Ero sempre in giro con la nuova valigia della Roncato sulla quale ho inutilmente tentato di recuperare l’Iva all’aeroporto, e entravo nello stesso  New York bar sempre con persone diverse, tanto che mi hanno sicuramente preso un un losco figuro.

Poi sono andato a Peschiera del Garda dove ho beccato Mauro (Lago di Garda) e Ale (Verona) e abbiamo fatto altre chiacchierate di business e non.

Verso fine serata ho capito di aver sbagliato tutto e che c’era un metodo molto più efficace per convincere la gente che la mia proposta era interessante. Guardate cos’è successo:
per condividere le mie gioie ho tirato fuori il portatile e ho fatto vedere le email di paypal che mi notificano la ricezione dei pagamenti.
L’ho fatto senza malizia, giusto per passare il tempo, ma quando mi sono accorto che la bava di Ale mi cadeva sulla tastiera ho compreso di avere toccato un nervo scoperto.
Erano emozionati e commossi come due bambini a Natale, vedendo soldi arrivare via email mentre ci si beveva una cioccolata calda un pò gay in riva al lago.

Io ho sempre parlato degli aspetti più freddi ed oggettivi, per dare “hard data” invece di vendere sogni.
Non sono un venditore e sono anche un pò poeta, per cui se mi lascio andare ad evocare aspetti emozionali del business rischio di dire cazzate.
Ma ieri mi sono reso conto della pura poesia (anzi, dell’attrazione sessuale vista la bava) di una mail che ti dice “You received a payment of €180,00 EUR from (xxxxx@aol.com).”

E quindi adesso, dato che abbiamo ancora 7 posti, gioco lo sporco trucchetto e vi piazzo qui lo screenshot!

paypal

dai, ammetti che ti piacerebbe, dai baby, dai…. 🙂

Non disperate, c’é ancora spazio nel mio Impero del Trip, guardate (i verdi sono sicuri, i blu solo potenziali)

tripluca business online

tripluca business online2

(Se avete tempo, voglia, e 1000 euro da anticipare, scrivetemi qui )

Ora vi lascio, vado in Siberia a curare la semina, e poi aspetteremo con trepidazione lo scioglimento dei ghiacci a primavera quando nascerà una bella piantina…

10 risposte a “L’impero del trip”

  1. Mi sembra una cosa normalissima. Ci voleva tanto a mostrare qualche conto a possibili partner? Boh io ti chiesi informazioni del genere mesi fa, a proposito di profittabilità e bilanci ecc., e facevi il misterioso… Eppure mi pareva il minimo per iniziare a parlarsi. Io ci ho pensato pure a entrare ora, ma l’unica zona che potrebbe attirarmi è la Malesia e lì il mercato degli appartamenti è molto diverso, non credo convenga (per me). Oh, fammi sapere quale è il tuo account google wave che ti aggiungo

  2. ti ripeto ho disponibilitá cash per partecipare ma no tempo per tutto il 2010, per il 2011 invece posso iniziare a pensarci seriamente anche perché avró parecchio piú cash alla base…

  3. Alla grande… specifichiamo solo che prima della cioccolata gay mi son scolato 2 birre… ho una reputazione da difendere! Stagli sotto ai russi, ci si ribecca a Praga!

  4. @Gatto: aggiunto in Gwave!
    @Andrea: ok, ci si risente più avanti.
    @Mauro: ma dai, alla Gianduia l’hai presa! L’unico modo per difendere la reputazione é tornare a casa da Praga come ti ho detto.
    @Claudio: Spagna libera, sempre stata.
    @Valeria: dai, finisci l’olio e pianta il coriandolo prima 🙂

  5. Sondaggio: è + gay alla Gianduia o alla Cannella? Rimpiangerai di avermi invitato a Praga… 😉

  6. Tengo a precisare che era alla cannella ed arancia: l’ho presa anch’io! L’ho bevuta dopo due birre ed assumendo una posizione alla John Wayne (che era tutto tranne che gay)! Alla luce di questa discussione di natura omosessuale per Praga pretendo una stanza singola! 🙂
    Ad ogni modo, ho appena finito di ripulirmi la bocca dalla bava!

  7. Ciao Caro Tripluca,
    sono come sempre ammirato dai tuoi scritti. Confermo che sei piu´poeta che business man.
    Io finalmente ho trovato il coraggio per partire dopo una lunga sosta nella miacitta´FErrara.
    Sono Ritornato in Brasile come era ovvio accadesse e sono un po´spaesato come da quando non si viaggia per lungo tempo.
    Ma per fortuna mi hanno gia´rubato tutto, cosi sono entrato prima nel clima del viaggiatore sprovveduto. Che in fondo e´la mia vera essenza.
    Un abbraccio
    Paolo

  8. Chiedo scusa a Tutti, ma non sono riuscito ad entrare nel forum dedicato al Brasile. Io sono qui per 3 mesi, vorrei sapere se cé´
    qualcuno che si trova a Salvador per berci una birra insieme.
    So che scrivere in questo spazio e´sbagliato ma speriamo comunque il messaggio di qualche viaggiatore che e´in brasile possa coglierlo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *