Europa

Io questa cosa dell’Europa che non funziona e quindi si deve tornare agli Stati indipendenti non la condivido.
Il discorso potrebbe avere forse senso se l’Europa esistesse grazie all’intuizione di qualche politico, se l’avesse creata qualche statista.
Ma l’Europa esiste perché i treni vanno più veloci e gli aerei costano meno.
L’Europa esiste perché posso andare a Barcellona con 50 € in due ore.

Allo stesso modo dell’Italia che era una evoluzione inevitabile rispetto ai vari regni.
Non perché l’Italia sia un concetto superiore in sé, ma perché il viaggio da un capo all’altro del paese ad un certo punto è diventato breve.
Se siamo passati dalla tribù, al villaggio, alla città e siamo arrivati all’Europa è grazie agli ingegneri non ai politici.
I politici ci hanno messo solo praticamente la firma.
E quindi tornare indietro non ha senso perchè l’ingrandimento è un’evoluzione naturale.

Non me ne può fregare di meno dell’Europa come patria comune.
Non mi sento più vicino ad un austriaco che ad un cambogiano.
Ma il cambogiano sta a 12 ore di volo, l’austriaco è sotto casa e me lo devo gestire (e lui deve gestire me), per cui o creo un muro o imparo a conviverci.
L’Europa esiste nonostante i politici, non grazie a loro.
Hanno fatto male il loro lavoro? D’accordo, non è una novità, ma la soluzione non è affidare agli stessi politici la gestione di un concetto ormai superato come lo Stato Nazione.
Il problema dell’Europa è che esistono ancora l’Italia, la Germania e tutta una serie di concetti superati.

La Nazione Italia è alla frutta, è nella fase finale del suo motivo di esistere.
Non sa tenere in piedi nemmeno i ponti e mi chiede ancora di andare dal tabaccaio a comprare un pezzo di carta colorata e poi in posta a scrivere tre volte a penna la stessa cosa per pagare il passaporto.

L’Italia non funziona più, deve sparire.
Non si risolve nemmeno col dittatore che tanti aspettano.

L’Europa è nel mezzo del proprio cammino, morirà anche quella, e forse andremo a creare luoghi immaginari (come l’Italia o l’Europa sono immaginari) più estesi o ci inventeremo qualcos’altro.
Forse abbiamo raggiunto l’estensione massima gestibile con i sistemi attuali e adotteremo sistemi più decentralizzati, ma tornare all’Italia non ha senso.
Salutiamola, è stato bello per qualche decennio, ma ormai è finita.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *