La Great Ocean Road

Cartello con canguroPort Fairy, Martedi’ 11.1.2000, ore 11:10 pm

Ieri abbiamo lasciato Melbourne per un viaggio di circa dieci giorni nel Victoria (lo stato di cui Melbourne e’ capitale). Il 19, infatti, andremo in Tasmania e torneremo a Melbourne per prendere il traghetto.
Ci siamo diretti verso Ovest sulla Great Ocean Road (la strada del grande oceano o la grande strada dell’oceano?) che costeggia appunto l’oceano, nella speranza di vedere il primo canguro e archiviare anche questa pratica. Purtroppo nonostante la grande abbondanza di ovini, volatili, insetti, pecore e mucche, finora I canguri li abbiamo visti solo sotto forma di cartelli. Ieri sera ci siamo accampati in un parcheggio in riva al mare. Ha fatto scuro molto tardi, credo alle 22:00, e dopo ci siamo goduti uno spettacolo inatteso: le stelle.
A vederle da qua sembrerebbe che si tratti di una parte di cielo diversa da quella che si vede in Europa.
C’e’ come una striscia molto luminosa composta da tantissime stelle di varie grandezze e brillantezza. Piu’ in la’ si vedono distintamente due macchie luminose che ne’ io ne’ Fausto avevamo mai visto prima. Siamo rimasti col dubbio se sono veramente altre stelle o siamo noi che non le avevamo mai guardate con attenzione. Abbiamo passato la giornata sulla Great Ocean Road e abbiamo visto I famosi 12 apostoli.

Girare lungo questa strada e’ strano, ci sono dei tratti che sembra di essere in Svizzera in mezzo alle montagne e proprio quando ti aspetti di vedere spuntare fuori Heidi a bordo di una capretta ecco che un tornante ti riporta lle atmosfere da spiaggia dei Beach Boys con gente in costume e surfisti. Ha fatto molto caldo e ci siamo scottati le gambe, le braccia, il collo e il viso senza nemmeno accorgercene.

I 12 apostoliQuindi siamo andati in un supermercato a fare rifornimento di latte solare per evitare sofferenze inutili. A proposito di acquisti, ci siamo resi conto che nonostante I proclami anticonsumistici pre-viaggio , tra furgone, macchina fotografica, attrezzatura da campeggio e spese varie, ci siamo bruciati piu’ soldi che in parecchi mesi di sano consumismo a casa! Le intenzioni erano comunque buone…. Sempre in tema di natura selvaggia e vita dura ci siamo presi una scheda prepagata e siamo quindi forniti di telefonino!
La ragione comunque e’ buona, voglia essere contattabili nel caso in cui qualcuno volesse offrirci un lavoretto da qualche parte. Non riusciamo ancora ad interiorizzare il fatto che non siamo in ferie per due settimane ma che il viaggio e’ appena iniziato. In questo momento sono seduto sull’erba sotto le stelle e il rumore del mare sembra quello di un’autostrada. Faustillo dorme e qui vicino c’e’ una tenda che russa.

Un uccello canta come so fosse l’alba, dev’essere regolato sul fuso orario sbagliato, e mi ricorda non so cosa e non so dove ma comunque qualcosa di piacevole.

INSERT_MAP

Melbourne, pronti a partire

Fausto nel nostro furgoneMelbourne, Domenica 9.1.2000
Siamo pronti a partire!
Abbiamo comprato un furgone Mazda da un ragazzo tedesco che adesso vuole girare la Nuova Zelanda in autostop. E’ un 6 posti abbastanza grande e tecnicamente sembra a posto. Ci e’ costato 4 milioni (3600 $) e speriamo di rivenderlo a poco meno prima di partire.
Oggi siamo andati al mercato (Victoria Market) e abbiamo comprato il necessario per il campeggio. Con noi sono venuti Giuseppe e Angelo, un ragazzo di Preganziol (TV) che adesso va a vedere il re di Tonga!
La sera abbiamo conosciuto delle ragazze canadesi e dei ragazzi israeliani, anche loro stanno girando l’Australia. Mi sono reso conto che quello che stiamo facendo non e’ un granche’ originale visto che lo fanno tutti!
Ma speriamo che con il sito riusciamo a rendere il viaggio diverso da quello degli altri, ma magari e’ meglio aspettare per vedere se qualcuno lo leggera’ e ci contattera’…..