Melbourne, St. Kilda

Melbourne, Giovedi’ 6.1.2000 ore 7:00

Fausto impara il Surf! Ieri siamo andati in un Internet Center e Fabio, un amico di Fausto ha scritto un email per informarlo che Antenna 3 lo ha dichiarato quinto personaggio dell’anno della Marca Trevigiana!
A dire la verita’ non mi e’ sembrato molto entusiasta… Hanno anche parlato del viaggio in autostop in Australia. A questo proposito devo dire che probabilmente per il momento non faremo autostop perche’ I vantaggi del girare in macchina sono tanti, anche dal punto di vista economico.
Potremmo infatti dormire in campeggio e spendere dai 5 ai 15 dollari in due al giorno invece dei 40/50 dei backpackers (ostelli). Potremo dare passaggi e dividere I soldi della benzina. Potremo trasportare cibo e pentole per cucinare spaghetti al ketchup oltre all’idraulico liquido necessario per digerirli, invece di mangiare fuori.
Ma soprattutto potremo andare dove vogliamo quando vogliamo. Ci siamo gia’ mossi e abbiamo visto du furgoncini, un Volkswagen e un Mitsubishi. Quando siamo andati a provare il primo e’ stato come giocare a Playstatio.
Ho guidato sul circuito di Formula 1 di Melbourne, con le palme che scorrevano ai lati e la fontana in mezzo al lago in lontananza! Giuseppe, il ragazzo siciliano, ci ha fatto conoscere Paolo, un abruzzese di 23 anni che sta’ facendo il giro del mondo. E’ appena tornato da quattro mesi in Nuova Zelanda. Calabresi in Australia
Ha passato un periodo in una farm (fattoria) hippy biologica, dove lo hanno ospitato in cambio di tre/quattro ore al giorno. Adesso e’ a corto di soldi e sta cercando un lavoretto per continuare il viaggio.
Sa andare in surf e viaggia con la tavola appesa allo zaino. Gli abbiamo proposto di venire un po’ con noi in giro per l’Australia, perche’ ci sembrava un tipo interessante; ma adesso deve decidere se venire con noi o con una ragzza inglese. Vedremo… Ore 18:10 Oggi abbiamo visto altri furgoncini e abbiamo passato la giornata al telefono.
Giuseppe ha cucinato la nostra terza pasta australiana, dopo quella al ketchup e quella al sugo pronto.
A differenza delle prime due, questa era buonissima.

Ketchup & biliardo!

Great Ocean RoadMelbourne, 5. 1. 2000, Mercoledi’ ore 4:23 am ST. KILDA, MELBOURNE

Durante la notte ha piovuto e la mattina ci siamo svegliati grazie al rumore di un camion acceso in strada che stava pulendo le moquette del pub di sotto.
Erano le 7:30. In attesa della colazione ci siamo bevuti un cappuccino dalla macchinetta, poi ci hanno dato un piatto e siamo andati in cucina, dove una ragazza stava preparando delle crepes per gli ospiti dell’ostello. L’unico problema era che le crepes erano poche e gli ospiti tanti.
Ne siamo uscito comunque sazo grazie solo ad una dose di tempestivita’.
A Melbourne il tempo e’ variabile. Per tutto il giorno infatti abbiamo girato a piedi nel centro e ha piovuto almeno 10 volte! E non fa per niente caldo….
Abbiamo cercato una macchina digitale per mandare le foto via email, Fausto ha comprato delle scarpe, insomma la giornata e’ passata molto borghesemente. Ad un certo punto Fausti si e’ tagliato perfino I capelli!! All’ostello ci siamo fatti una pasta col sugo pronto e ci siamo accorti che era ketchup!
Oltre a questo ci siamo dovuti subire I complimenti di una coppia di tedeschi che non riusciva a capire il motivo del nostro disgusto. Il dialogo:
-“Non e’ buono?”,
-“No, e’ ketchup!”,
-“Eh, si, bisogna stare attenti al ketchup che si compra qui. Ce ne sono alcuni veramente scadenti. Io vi consiglio l’Heinz”, -“No, il problema e’ che la pasta fa schifo con qualsiasi ketchup”,
-“Perche’?”, La penosa conversazione e’ stat bloccata da un conato di vomito che non mi ha permesso di rispondere.

Abbiamo quindi deciso di riposare una mezz’oretta per permettere ai nostri stomaci di neutralizzare l’orrendo miscuglio. Erano le 21. Alle 3:30 di mattina, Fausto e’ tornato dal bagno, ha aperto la porta e ha detto: -“Biliardo?” Tre minuti piu’ tardi stavo prendendo la mira per mettere l’8 nella buca laterale, mentre un gruppo di anglofoni discuteva davanti alle inseparabili bottigli di birra e uno di loro parlava con qualcuno al telefono dicendo di essere a corto di soldi. Mi sono permesso di registrare il numero di parolacce da lui pronunciate.

Ho calcolato un possibile risparmio del 30% sul costo della telefonata in versione educata, ma chissa’ se sarebbe comunque riuscito a trasmettere le proprie emozioni. Alle 6 hanno aperto la cucina e siamo andat a fare colazione. Fausto ha detto di non essere mai stato cosi’ sveglio a quest’ora in vita sua. Un ragazza danese e’ rientrato dal pub abbastanza ubriaco. Avra’ circa 23/24 anni ed e’ in giro per l’Australia con un amico della stessa eta’ da sei mesi, hanno venduto la macchina e adesso vanno in Nuova Zelanda.

Molti comprano una macchina e tutti dicono che e’ il modo migliore per girare l’Australia, quindi penso che faremo cosi’ anche noi. Adesso siamo nella stanza e sono le 7, fuori dalla finestra vedo le nuvole, il vento muove I rami degli alberi e delle palme. Ogni tanto passa un macchina.

≈Non ci sono imposte alle finestre e la stanza e’ piena di luce, provo a dormire un po’.

INSERT_MAP