Il Che 2.0

tripmatrixBangkok, 17 Settembre 2009.

Stamattina ci siamo alzati tardi, 10 e mezza, e prima di mettermi al lavoro sono dovuto scendere a bere un bel cappuccino.
Mentre lo bevevo, seduto all’aperto, passavano mandrie di ragazzini e ragazzine usciti da scuola in anticipo (pare sia un giorno di festa).
Erano tutti in uniforme, divisi in piccoli gruppi e sembravano felici, come lo sembrano sempre gli adolescenti, anche in  quell’età difficile spesso sono disorientati.
Oltre agli sconvolgimenti ormonali, al vedere il proprio corpo che cambia, al cercare di capire se sei bello o brutto ecc..é un età in cui sei disperatamente alla ricerca di accettazione da parte del gruppo.
Non vuoi essere diverso, vuoi essere uguale, e quindi riduci gli aspetti più visibili della tua personalità e ti adegui al minimo comune denominatore.
Immagino faccia parte di un sano processo della crescita, quello di sentirsi parte di un gruppo, per cui, fin qui, niente di male.

Mentre riflettevo pigramente, la caffeina entrata nello stomaco, cominciava pian piano a salire al cervello e quando lo ha raggiunto in massa é iniziata l’accelerazione del pensiero, che  mi ha dato per un attimo una prospettiva diversa.
Ho visto questi ragazzini indifesi come le vittime perfette del Matrix.
Il “Matrix” é un termine ormai desueto (il film é del 1999), ma comunque più adeguato del “la Società”, che fa troppo anni 60, Woodstock e futuri sinistroidi affluenti gridare slogan rivoluzionari prima di essere riassorbiti dalle società stessa e diventarne parte integrante e conservatrice.
Il termine “Matrix” é più adatto, perché esprime bene la sensazione di muoversi liberamente, ma di farlo entro limiti ben precisi, intoccabili e invisibili. Leggi tutto “Il Che 2.0”

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Più informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi