Il ceto migratorio

Che l’uomo fosse una bestia nomade lo si sapeva già.

Fiumi di inchiostro e miliardi di pixel sono stati dedicati all’argomento, anche su questi schermi, a ripetere la teoria secondo la quale il nostro essere residenti é solo uno sviluppo recente nella nostra storia, e che siamo pieni di retaggi nomadi soppressi, che sono alla base di molte nostre frustrazioni.

Ma che fossimo bestie migratorie non mi risultava. O almeno che lo fossimo di nuovo.

Eppure stiamo notando  un fenomeno in netto aumento: lo svernare.

Sempre più gente  infatti passa l’estate in Italia (o Europa) e vola verso i paesi caldi in inverno.

Da un punto di vista energetico la cosa ha anche senso:
si spende qualche litro di kerosene a testa per l’aereo e si risparmiano ettolitri di gas per il riscaldamento invernale.

Vuoi vedere che la soluzione al riscaldamento globale sarà l’andare tutti a riscaldarci globalmente ai tropici?
Non richiederebbe nemmeno grossi sacrifici! Leggi tutto “Il ceto migratorio”

Lost in Business

lavorando come uno schiavo invece di godermi i minaretti

MarcoMonkeyMadafacca non ha paura di dire quello che altri pensano ma non dicono, e quindi mi permette di approfondire degli aspetti del mio Vangelo.

In un intervista che gli ho generosamente concesso lui si é permesso di attaccarmi e denigrarmi, osando ribellarsi al Pensiero Unico ma Profondamente Giusto del Grande Trip, dicendo che ormai ho perso di vista il vero motivo del viaggio.

Ho letto le sue parole con piacere, perché in parte ha ragione e in parte é una reazione che mi aspettavo da molti dei miei, ehhmmm..seguaci.
Il Trip parla.
Silenzio: Leggi tutto “Lost in Business”