Come conservare i Bitcoin

Bitcoin

Dopo aver spiegato cosa sono i Bitcoin e come acquistarli, è importante che vi dica anche come conservarli.

Per prima cosa è fondamentale capire che i Bitcoin seguono da vicino la logica dei soldi “normali”. Come ci si comporta con i soldi “normali”? Io faccio piuù o meno cosí:

  • I 5 € in moneta che tengo per il caffè al bar o pagare il parcheggio devono essere velocemente reperibili e hanno un basso rischio, nel senso che se li perdo non succede nulla. Quindi li posso tenere nel cruscotto. Facili da prendere, facili da rubare. E’ il giusto compromesso.
  • I 100 € per fare la spesa invece li tengo in portafoglio. Sono più al sicuro ma se dimentico il portafogli a casa non li posso spendere. Non li tengo nel cruscotto altrimenti mi rompono il vetro e me li rubano. Se me li rubano siamo a un 5/10 sulla scala delle Bestemmie.
  • I 500 € che tengo da parte per le bollette sono in una busta da qualche parte in camera. Devo ricordarmi dove sono, cercare la busta, scoprire magari che se li è fregati la donna delle pulizie quando é venuta due settimane fa e ha ormai passato frontiera col Messico e si gode la vita. Quindi reperibilitá del contante bassa, sicurezza più alta ma non eccessiva.
  • I 10.000 € (se li avessi) invece li tengo in banca. Ritirarli richiede una certa procedura ma sono abbastanza al sicuro.
  • I 100.000 € invece sono sotto forma più solida, magari in un libretto vincolato a 5 anni. Sono sicuri ma non posso ritirarli in cinque minuti.

E cosí via.

Con i Bitcoin é uguale:

  • Nell’App dello smartphone (io uso Bitcoin Wallet di Andreas Schildbach per Android) tengo 0,0180 BTC (circa 7 €). Se mi capita di trovare un bar che li accetta (mai successo per ora!!!) provo ad usarli. Se li perdo (mi rubano lo smartphone e la password per questa applicazione), non mi dispero.
  • Qualche centinaio di € li tengo in una chiavetta. La chiavetta é da qualche parte ed é protetta da una password. Se mi rubano la chiavetta e trovano la password, possono spedire i BTC a un loro indirizzo e rubarmeli  (anche la transazione sarà pubblica, sono persi, questo è un aspetto interessante ma non mi dilungo qui).

Occhio: la password della qualche sto parlando non é la password dello smartphone o della chiavetta, ma la password del Wallet che c’è dentro. Immaginate un lucchetto sul portafoglio.
Se poi avete anche una password per lo smartphone e per la chiavetta, tanto meglio.
Quindi: nello Smartphone ho un Wallet e nel wallet ho i Bitcoin.
Smartphone > Wallet > Bitcoin.

Quindi se mi rubano la chiavetta, ho un backup di quel Wallet e sono più svelto del ladro posso spostare i Bitcoin in un nuovo Wallet appena creato. Lui entra e lo trova vuoto.

Quindi il Wallet non sono i soldi, ma ciò che li contiene.

Ricapitolando:
Il Wallet é dove tengo i Bitcoin. Ne posso avere vari. Tre nel computer, due nello smartphone, uno in chiavetta..e cosí via.

Se avessi 5000 €  in BTC li terrei fuori da qualsiasi computer per non rischiare che un hacker me li rubi.
Come?
Il metodo più classico si chiama Paper Wallet (portafoglio di carta).
Dato che i BTC sono una coppia di un indirizzo pubblico (Wallet) e una chiave privata, posso scriverli anche a mano con carta e penna.
O stamparli sia in forma di numeri che di QR code (si possono scansionare).
Poi li devo nascondere/proteggere, come se fossero contanti.

Posso spedire BTC dal mio smartphone alla mia chiavetta? Si, lo faccio dallo smartphone e non devo fare nulla sulla chiavetta.

Quindi cosa vi devo consigliare? Io direi che fino a 50 € li potete tenere nell’app dello smartphone.
Fino ai 500 invece li terrei in due chiavette, una nascosta nei reconditi più introvabili della casa e un’altra a portata di mano.
Cosí se ne perdete una, avete l’altra.
Più copie dello stesso Wallet avete e meno rischiate di perderli. Ma rischiate anche di più che ve li rubino.
Attenzione: non è che mettete 250 € in una chiavetta e 250 € in un’altra. Mettete 500 € in tutte e due (e non diventano 1000!!).
Se poi spendete 100 € da una delle due, anche l’altra avrá come saldo 400 €.

Bon basta, direi che per oggi è sufficiente. Anzi, forse troppo.

Devo semplificare di più secondo voi? Troppi concetti?

 

4 risposte a “Come conservare i Bitcoin”

  1. Di base direi che non sono sicuri perché é difficile capire come conservarli.
    Una regola di base é non lasciarli mai negli exchange come ha fatto chi li ha lasciati in Mt.Gox.

  2. Se li stampi sono ancora dove erano prima. E’ solo una copia in più.
    Avere varie copie significa rischiare meno di perderli (nel senso non sapere più dove sono) e rischiare di più che te li rubino.
    Come con una password in pratica.
    Bello, mai visto un distributore ATM, prova con 10 Pound e fammi sapere dai!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *