Diapositive dalla Birmania – Prima parte

11 monaco birmano con ombrello
azzovuoi?

Questa è una raccolta di fotografie scattate in Birmania. Una specie di cronostoria fotografica.

MANDALAY

Taxi dall’aeroporto. Furgone di riso o simili. Il ragazzo si protegge il viso dal sole.

1furgone birmano

 

 

Sempre dal Taxi. Una signora attraversa la strada col bambino a tracolla.

2 signora birmana attraversa la strada col bambino

 

 

Un cartellone della AirAsia che invita i Birmani a volare. Un bel salto nel futuro. Un cartellone del genere era inconcepibile fino a pochi anni fa.

4 cartellone airasia in birmania

 

 

Viva la libertà! A proposito, adesso per godervela davvero vi serve una borsa fashion dall’inglese improbabile e, ovviamente, i jeans U’Jazz 2002. Come? No no, certo che sono obbligatori. Non ci si gode la libertà senza un paio di jeans U’Jazz, scherziamo?

5 cartelloni pubblicitari in birmania

 

L’atteggiamento più saggio oggi in Birmania. Accovacciarsi e vedere che succede prima di prendere qualsiasi decisione. Come in Italia.

6 vediamo che succede in birmania

 

 

 

L’oro al Buddha è cosa da uomini. Signore, aspettate fuori.
Qui ci vorrebbe un bus di femministe del 1973. Farebbero un casino illuminate.
Cose tipo “il Buddha è anche mio e me lo gestisco io”. Fantastico.


7 buddha solo per maschi

 

 

 

I mercanti, e i cambiavalute, nel tempio. Mettiamoci anche Gesù su quel bus di femministe, e vediamo cosa ne salta fuori.
Ah e c’era anche il wifi free. Ve le immaginate le nostre chiese col wifi?

8 money exchange nel tempio1

 

 

Beccati questa spremuta d’arancia fatta davvero a mano. Buonissima.

9 spremuta d'arancia

 

Lek si gode un momento di relax in un posto chic

10 Lek de Luxe

 

‘azzo guardi? Mai visto un monaco con l’ombrello in una giornata di sole?

 

11 monaco birmano con ombrello

 

 

La piccola fiammiferaia birmana. La mamma era all’erta a verificare che vendesse al prezzo giusto e non si facesse abbindolare.
Non ce n’era bisogno, questa bimbetta se la cavava benissimo da sola!
(guardate lo sguardo fiero da venditrice stagionata)

12 bambina birmana

 

In molti punti, spesso sotto gli alberi, si trovano questi contenitori di acqua gratis. La gente passa, si ferma, e beve.
Non chiedetemi come gestiscono la storia dei germi. Forse con distributori gratis di Yakult.

13 acqua gratis

 

 

Questa guida birmana porta una bandiera del Giappone imperiale. E’ come se una guida tedesca andasse in giro per Roma con una bandiera nazista.
Credo abbia a che fare col fatto che la classe dirigente si è formata in Giappone durante la seconda guerra mondiale e quindi ha ricordi commoventi di quei bei tempi.

14 guida giappone imperiale1

 

Bagan

Questa signora forniva torce in prestito gratuitamente per vedere nei vicoli bui di questo tempio.
Poi ti seguiva e faceva….”BUH!!!!”. E si faceva una bella risata.
Non è vero, ma sarebbe stato bello.

 

15 signora delle torce1

 

 

Soldi e religione, che raro vederli assieme!

 

16 soldi e religione

 

 

Il monaco e lo smartphone. Foto da sharare su Facebud.

17 monaco con smartphone1

 

 

 

Questi bambini stavano giocando con un videogioco vecchio come il cucco. Allora ho sfilato l’iPad per fargli vedere Angry Birds.
Pensavo di sorprenderli ma stavano giocando proprio a quello! Hanno comunque apprezzato l’upgrade da minischermo a ipad.
Cazzo si notano i miei primi capelli bianchi! Vai Lek, toglili con la pinzetta!!!

 

18 angry birds

 

19 fifa in birmania1

 

Poi siamo passati a FIFA 2013 e non se la sono cavata molto bene però guardate che foto religioso-digitale.

Birmania – Brasile: 4 a 0

 

20 fifa in birmania

 

 

 

I templi di Bagan

22 bagan

21 rovine di bagan

 

 

 

Chi ultimo arriva in mezzo alloggia (su mini seggiolini di plastica)

23 un bus in birmania

 

 

 

Un mercato sul lago Inle. I mega cilum alla marijuana locale costano 10 euro all’uno ma li può fumare solo il capovillaggio.

24 un mercato in Inle Lake

 

 

 

Famiglia di fabbri al mercato
La moglie manovra degli spintoni per il fuoco, il marito forgia metalli. Il figlio vende.

25 il fabbro birmano

 

Bon basta, aspettate la prossima puntata per vederne altre ok?

Nel frattempo leggete la mia fantastica TripGuida Birmania, scritta e scaduta nell’Aprile del lontano 2013.

 

 

4 risposte a “Diapositive dalla Birmania – Prima parte”

  1. quanti stranieri sul bus, sarai mica andato con un tour organizzato e non ci dici niente?
    Com’è FIFA2013? Meglio rispetto al 2012? Ne vale la pena?

  2. ma dai non ti stai grillizzando un pò troppo ?

    Se non mi fido delle recensioni sull’apple store xchè ci sono i troll che devo fare? Sai la delusione nel scoprire che coi soldi di fifa 13 mi sarei potuto prendere una decina di birre in birmania? Vedi il nesso tra le domande? Vedi che vengo da un paese integralista e la prima cosa che mi vien da fare quando prendo un break è un paio di birrozze gelide.

    Non hai insegnato te che bisogna fidarsi delle ciabatte e non delle cravatte?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Più informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi