E’ stato un onore signori

Stavo preparando l’intervista per il TripLife a Riccardo Logomaco Clamoroso e cercando una sua foto sono finito nell’album del tripraduno del Lago Maggiore.
Sfogliando, mi sono trovato davanti alcune di queste foto dell’anno scorso:

 

 


Per chi non li conosce sono solo facce e adesso non voglio dirvi chi sono e cosa fanno.

Scrivo di fretta perché ho provato una sensazione forte, due minuti fa, prima di mettermi a  esportare le foto da iPhoto e piazzarle qui in WordPress di fretta, e non la voglio perdere perché é una sensazione rara e bella.

Onore.

Ho provato un rigurgito di onore sapendo di conoscere queste persone.

Mi sono detto: “ma che razza di gente conosco?”. Mi é sembrato, per un attimo, incredibile.

Strano, non l’avevo provata al Lago Maggiore, forse perché offuscata dalle orecchiette del Viara o dalle onde magnetiche dei troppi tablet.

Ma, e mi viene in mente proprio adesso, dopo poche settimane scrissi Io Vedo La Gente Viva, quindi é stato un semplice ricordo di qualcosa che avevo già provato.

Niente, tutto qui. Andava semplicemente scritta in /usr/trip/feelings.log e condivisa.

Gianni, hai ragione, ne dobbiamo fare un’altro appena possibile. Dai, faccio un salto all’Est e poi si organizza.

 

5 risposte a “E’ stato un onore signori”

  1. Belle foto Luca, bei ricordi …
    il mio primo Trip Raduno 😉

    Cmq l’ultima da il senso dell’evoluzione:dal Lonely Planet Trippers
    a… Digital Trippers!

    Se si organizza un nuovo raduno, basta che ai fornelli ci sia sempre il grande Viara!
    Il resto poi vien da se …

    Ciao!

  2. Sono d’accordo, è un onore conoscere gente così!
    Possiamo già fissare una data per novembre, io posso già offrire la location, nella prima trip-mansion! 😉

  3. che responsabilita’ sapere che il sig.Tripluca e’ onorato di conoscermi: dovro’ rimettermi a viaggiare!!!

    (…e poi quando viaggero’ saro’ grata al sig.Tripluca e gli mandero’ un’email e lui sara’ contento e lo scrivera’ sul suo blog e io lo leggero’… e via come in un circolo.
    Una volta entrati nel vortice Tripluca non se ne esce.)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Più informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi